È arrivata la bella stagione! È il momento giusto per prendersi un tempo per fare una passeggiata e raccogliere le prime erbe spontanee… e cucinare un delizio risotto alle ortiche!

RIsotto alle ortiche

L’ORTICA È TRA LE PRIME A RINASCERE CON LA PRIMAVERA ED È UNA DELLE PIANTE CON IL MAGGIOR NUMERO DI PROPRIETÀ BENEFICHE E CURATIVE.

Le foglie contengono abbondante clorofilla, che conferisce alla pianta un’importante proprietà antianemica.

L’ortica è particolarmente ricca di potassio, fosforo, ferro, vitamina A, vitamina C, calcio e potassio. Le foglie contengono anche buone quantità di rame e di zinco, che rendono il suo consumo indicato a coloro che desiderano rinforzare unghie e capelli.

Insomma, una pianta ricca che offre tantissime possibilità di utilizzo; qui la proponiamo per arricchire e colorare un buon risotto.

Raccogli soltanto le piccole cime nella parte alta della piantina, e ricorda di usare dei guanti…!

INGREDIENTI

  • 350 gr di riso integrale
  • 200 gr di cime di ortica
  • 120 gr di cipolle dorate
  • 60 gr di tahin chiaro
  • qb di olio extra vergine di oliva
  • qb di sale marino integrale
  • qb di pepe macinato fresco
  • qb di scaglie di mandorla per guarnire

PREPARAZIONE DEL RISOTTO ALLE ORTICHE

Pulisci le ortiche conservando solo le foglie, lavale e tienile da parte.

Prepara il soffritto con la cipolla tagliata finemente, falla rosolare fino a quando sarà ben dorata, dopodiché aggiungi il riso, le ortiche, 1,75 litri d’acqua bollente (corrispondenti a 5 volte il peso del riso) e il sale.

Abbassa la fiamma e lascia sobbollire per circa 45 minuti, a pentola coperta e mescolando ogni tanto. Trascorso questo tempo, aggiungi le ortiche, mescola più frequentemente e fai cuocere il risotto coperto per almeno altri 15 minuti. A cottura ultimata, spegni il fuoco e aggiungi il tahin, mescolando bene per mantecare il risotto, che avrà così una consistenza morbida e cremosa.

Servi il risotto alle ortiche nei piatti con una macinata di pepe e una leggera pioggia di scaglie di mandorla.


Giacomo Pisanu
Giacomo Pisanu

BioChef e docente della Scuola di Cucina Naturale LUMEN dal 2006. Cucino quotidianamente per 60 persone, tra adulti e bambini, cercando il giusto equilibrio tra gusto e salute. Nel corso della mia esperienza in LUMEN, ho avuto modo di affinare le tecniche di cucina naturale al Campus Cascina Rosa (Fondazione IRCCS Istituto Nazionale per lo Studio e la Cura dei Tumori di Milano), arrivando ad esserne docente. Inoltre, per la sede di Piacenza del Progetto Diana 5, condotto dal prof. Franco Berrino. (Studio di Prevenzione delle Recidive del Tumore al Seno attraverso l’Alimentazione e lo stile di vita) svolgevo l’attività di cuoco. Attualmente collaboro alla direzione di MENSALUS un progetto presso mense aziendali di offerta di un’alimentazione naturale e di alta qualità con l’intento di stimolare un migliore approccio alla salute. Il progetto è attualmente attivo a Borgo Egnazia, resort di lusso nel cuore della Puglia, immerso negli ulivi millenari della Valle d’Itria.

Leave a Reply

Your email address will not be published.