I muffin vegani sono sempre molto golosi, anche nelle loro versioni salate!

Ve ne propongo una semplice, naturalmente con ingredienti biologici e vegan, che renderà speciale il tuo buffet per un aperitivo, e può essere servito anche come antipasto o per accompagnare un secondo.

La protagonista di questa ricetta è la cipolla rossa, accompagnata da capperi e olive, a creare un equilibrio di sapori tutto da provare!

INGREDIENTI PER REALIZZARE I MUFFIN VEGANI

  • 400 gr di farina semintegrale (tipo 2)
  • 350 gr di latte di soia
  • 250 gr di cipolle rosse
  • 100 gr di olio extra vergine di oliva
  • 100 gr di olive verdi denocciolate
  • 50 gr di capperi sotto sale
  • 20 gr di lievito per dolci cremor tartaro
  • una generosa macinata di pepe

PROCEDIMENTO PER REALIZZARE I MUFFIN VEGANI

Per prima cosa fai dissalare i capperi; sciacquali dal sale, poi lasciali in ammollo in abbondante acqua fresca per circa 15 minuti.
Intanto taglia le cipolle a dadini di ½ cm, tienila da parte e con un po' di olio ungi 12 stampi da muffin aiutandoti con un pennellino.

In una ciotola riunisci metà della farina, il lievito, il pepe e le cipolle a dadini.

Con un robot a lame frulla i capperi e le olive con la farina rimanente e poi riunisci il tutto nella ciotola mescolando bene con le mani.

Aggiungi l'olio e mescola ancora con le mani, facendo passare fra le dita gli ingredienti ed ottenendo un impasto “sabbioso” uniforme nel colore.

Ora aggiungi il latte di soia e mescola energicamente con un cucchiaio di legno in modo da non creare grumi.

Distribuisci il composto negli stampi, fino a riempirli di 3/4, e cuoci in forno a 180° per circa 30 minuti, fino a doratura.

Buon Appetito,

Giacomo


Giacomo Pisanu
Giacomo Pisanu

BioChef e docente della Scuola di Cucina Naturale LUMEN dal 2006. Cucino quotidianamente per 60 persone, tra adulti e bambini, cercando il giusto equilibrio tra gusto e salute. Nel corso della mia esperienza in LUMEN, ho avuto modo di affinare le tecniche di cucina naturale al Campus Cascina Rosa (Fondazione IRCCS Istituto Nazionale per lo Studio e la Cura dei Tumori di Milano), arrivando ad esserne docente. Inoltre, per la sede di Piacenza del Progetto Diana 5, condotto dal prof. Franco Berrino. (Studio di Prevenzione delle Recidive del Tumore al Seno attraverso l’Alimentazione e lo stile di vita) svolgevo l’attività di cuoco. Attualmente collaboro alla direzione di MENSALUS un progetto presso mense aziendali di offerta di un’alimentazione naturale e di alta qualità con l’intento di stimolare un migliore approccio alla salute. Il progetto è attualmente attivo a Borgo Egnazia, resort di lusso nel cuore della Puglia, immerso negli ulivi millenari della Valle d’Itria.

Leave a Reply

Your email address will not be published.